L’ordine dei giornalisti? Tutto uguale a prima

C’è stato un gran ‘baccano’ per le tante temute (e fin troppo reclamizzate) “liberalizzazioni” che avrebbero dovuto anche andare a toccare l’ordine dei giornalisti.

L’accesso ai due albi, quello dei professionisti e quello dei pubblicisti, rimangono distinti e così anche i criteri di accesso che si sono sempre utilizzati.

Una vera e propria riforma radicale e rivoluzionaria come si usa in Italia, ci sentiamo di affermare, sorridendo (per non piangere).

Comunque anche in questo caso vale sempre sapere che in Italia per cambiare tutto è necessario che non cambi niente.

Tomasi di Lampedusa docet.

twitter@normandilieto

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: