Scapoli contro ammogliati

Sembra come quando nel celebre film di Fantozzi, si organizzavano le famose partite di calcio tra “scapoli” e “ammogliati”.

Così oggi, in compagnia dei tuoi amici puoi decidere di organizzare un aperitivo-cena-dopocena con un gruppo di “vecchi compagni di viaggio” e, subito, saltano all’occhio le due categorie contrapposte: chi è scapolo e chi è ammogliato.

Intendiamoci, spesso chi convive pur non essendo sposato, è comunque parte integrante del gruppo degli “ammogliati”.

Sono gli scapoli impenitenti a sedersi (s)comodamente dall’altra parte della barricata.

Anche se, notevoli, affiorano differenze.

L’uomo convivente – sposato, dopo un passaggio obbligato verso il “fisico divano” imborghesito da un rapporto ufficiale così rassicurante e monotono allo stesso tempo, decide in maniera repentina, al primo accenno di doppio mento e “pancetta” un tuffo immediato nell’attività fisica estrema.

“A mali estremi, estremi rimedi” afferma il mio compagno di sbronze di tanti anni fa, davanti ad un bicchiere di the al limone.

“Basta alcool e bibite gasate, non potevo stare fermo a non far niente per contrastare il cedimento strutturale del mio fisico” continua sempre più con enfasi e convinzione estrema; nella sua personale battaglia quotidiana contro l’imborghesimento prematuro, la disciplina ferrea è la prima regola da seguire rigidamente.

Ciò che in effetti affiorano con prepotenza nei racconti degli ammogliati, sono indubbiamente, le passioni sconfinate ed irrazionali nei confronti degli sport estremi in cui si sono lanciati con veemenza: traversate a nuoto, arti marziali, scalate di pareti o montagne rocciose e chi più ne ha più ne metta.

Racconti deliranti che si ascoltano tra amici in maniera stanca, molto stanca.

Anche se lo sport ibrido per eccellenza rimane sostanzialmente questo: la playstation sul divano.

Maratone interminabili che porterebbero allo sfinimento chiunque, persino i giocatori virtuali costretti a partite che vanno ben oltre i 90 minuti regolamentari.

In tutto questo lo scapolo osserva, valuta e sorride.

Per ora, il pericolo è scampato: può ordinare serenamente un’altra birra fino a quando l’amore non travolgerà anche lui, con tutti i rischi del caso.

Ma, per il momento, vince lui.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: